Svuota la testa: consigli per meno stress

Il nostro autore ha così tanto in mente che presta troppo poca attenzione ad alcuni. E poi a sua volta si distrae facilmente. Uomo! La sua idea: ordinalo una volta, per favore.

di Roland Rödermund

OGGETTO DI PROVA

Roland Rödermund, autore: è così che la pensa.

AMBIENTE DI TEST

Il mondo nella tua testa quando il mondo è sottosopra.

MISSIONE

Concentrati, Roland, concentrati!

La situazione iniziale riassunta grossolanamente: di recente ho parlato a un amico di questo nuovo ristorante, dove ho cenato con un amico: "Dobbiamo proprio andarci!" Poi lei: "Ehm, eri lì con me... "Sconveniente, ma purtroppo tipico: a volte non perdo solo cognomi e PIN, ma interi Situazioni.

"Sono un me disordinato"

Poi c'è stato il giorno in cui ero sul treno per Berlino Ho dimenticato la mia borsa da viaggio e ho lasciato il portafoglio sulla panchina sulla piattaforma la sera prima del viaggio di ritorno... ero distratto, l'ho avuto rapidamente un messaggio vocale registrato, forse cani orfani cercati su Google o nuovi trailer di film horror e una poesia nella tua testa allo stesso tempo scritto. Riesco a farlo! Ma a volte qualcosa cade per strada.

Questo non è un nuovo sviluppo che potrei spiegare con il sovraccarico in un mondo sempre più veloce. Il mio disgusto è stato confermato all'inizio: "Roland spesso distrae gli altri e gli piace essere distratto anche lui". Quella fu la conclusione dei miei diplomi di scuola elementare, ed è valida ancora oggi. Io sono un disastro. Sono quelli che si entusiasmano di tutto, divagando tra argomenti, interessi e idee senza mai attenersi a una cosa. I miei pensieri si sorpassano come su un'autostrada a più corsie all'ora di punta. Perdo e dimentico qualcosa quasi ogni giorno. E anche se, dopo il mio viaggio a Berlino, sono riuscito a ritirare entrambi gli oggetti all'ufficio oggetti smarriti della DB una settimana dopo con più fortuna che cervello: non può andare avanti così.

Essere un po' confusi va bene, suona più divertente come autodescrizione di "Con me ogni cosa ha il suo posto". Tuttavia, vorrei avere un'azione di chiarimento per la mia testa, una guida di smistamento per i miei pensieri. Prima di iniziare, vado al centro neuropsichiatrico a Schanzenviertel di Amburgo per essere testato per l'AD (H) D, un disturbo da deficit di attenzione. Perché non sono solo i bambini a soffrirne: il 60 per cento delle persone colpite porta con sé i sintomi nell'età adulta, dove causano problemi come mancanza di concentrazione o irrequietezza interiore. Forse vorrei solo ricevere delle scuse ufficiali per la mia costante negligenza: "Ti ascolto. Ma il mio ADHD menti - oh, guarda, uno scoiattolo! "

Disturbo da deficit di attenzione: sì o no?

Sul tavolo davanti a me nella piccola sala prove c'è una pila di questionari sulla mia "condizione". E si mettono al lavoro. Mi sono spremute 50 pagine sul mio attuale stress psicologico, le lamentele da bambino e l'irrequietezza interiore. Un collega mi spiega che dopo queste 50 pagine c'è ancora un test di attenzione neuropsicologica per l'attenzione sostenuta, oltre a un test dell'udito.

Poi divento frenetico davanti allo schermo del computer: devo ricordare colori e forme che cambiano rapidamente o riconoscere strutture in pochissimo tempo. Ci sono molti cerchi, triangoli, quadrati colorati diversi e dovrei ricordare in meno di due secondi se la loro disposizione è cambiata nell'immagine seguente.

Uff, fatto. Mi sento come dopo gli esami di matematica: esausta e insicura. Tra pochi giorni avrò il mio risultato, esco dallo studio con un po' di nausea. Improvvisamente, essere caotico sembra così... serio.

Apertura: il presupposto per il cambiamento

Nel frattempo vorrei ripulire attivamente e fissare un appuntamento con Christine Dohler, che come coach sistemico e trainer di meditazione aiuta le persone a ritrovare il proprio equilibrio interiore Trova. A causa di Corona, il nostro incontro deve avvenire via Skype. Soddisfatto, strizzo gli occhi alla mia scrivania, che ho avuto molta meno spazzatura negli ultimi giorni, ora ogni cosa ha il suo posto. Ma il mio allenatore ha un approccio completamente diverso: "Vado dall'interno verso l'esterno", dice. "Quando il tuo interno è ordinato, si proietta anche verso l'esterno." Oh, capisco. Allora iniziamo con una meditazione...

Ora non è che non l'avessi mai fatto prima. Ho anche fatto un training autogeno prima. E comunque una passeggiata sull'Elba mi tranquillizza. Ma so che divento nervoso mentre sono e penso ai momenti successivi della giornata e i miei pensieri saltano da qui a là e là. E di nuovo c'è un caos completo nella mia testa - dove sono stato di nuovo?

Mi siedo davanti al mio laptop, chiudo gli occhi, sento cosa sta dicendo Christine... Attira la mia attenzione sul mio respiro e in seguito su diverse parti del corpo. Poi non dice niente per qualche minuto. Sento il mio corpo seduto lì, come il mio respiro lo muove leggermente, e poi i miei pensieri vagano di nuovo, molto lentamente e solo in una direzione, nel mondo. Anche se sono calmo e guardo il caos della corona da una distanza di sicurezza, una lacrima mi scende improvvisamente sulla guancia. Ehi, adesso è più intenso di quanto vorrei! E questo cosa ha a che fare con l'ordine interno? "Ti apri", dice Christine, "questo è un buon prerequisito per il cambiamento".

Mi dà dei compiti, ma nessun consiglio di auto-strutturazione, come in realtà mi aspettavo, ma alcuni esercizi di meditazione. Mi consiglia di combinare questi con esercizi fisici perché non ti siedi lì perso quando puoi sentire il tuo corpo.

Il risultato del test

La sera ho letto che ci sono altre risorse nel Buddismo Zen che possono tenerti impegnato nella meditazione, per esempio una domanda trabocchetto, detta koan, a cui non si può rispondere con un ragionamento logico e che viene assegnata a uno studente volere. Quindi: "Come suona il battito di una mano?" Oppure: "Dove sei quando canta un uccello?" Mi piace. E sebbene questo non sia certamente nel senso di nessun maestro, scelgo il koan con l'uccello.

Quindi ora faccio il mio rituale ogni mattina: dopo essermi alzato, vado per due minuti nella posizione del plank, il supporto dell'avambraccio. Poi provo a guardare il mio respiro mentre medito per dodici minuti, che a volte funziona meglio, a volte peggio, ma mi rende comunque più calmo. Poi mi costringo a fare 20 flessioni e a meditare sull'uccello per altri dodici minuti. Dove sono quando canta? Sono io l'uccello? La melodia? Non ho ancora risolto l'enigma e a volte mi sento frustrato. Ma dopo poco più di una settimana noto chiaramente che il ritmo sulla mia autostrada del pensiero sta rallentando. Quando medito, lo è, presumibilmente perché sento il mio corpo intensamente attraverso gli esercizi sportivi, come se i pensieri stessero gradualmente fluttuando nella parte posteriore della mia testa. Dove è meglio resistere.

Il risultato del test è lì. La psicoterapeuta Hanna Siemoneit ha valutato i miei questionari AD (H) D. Mi spiega che le mie risposte sulla disattenzione e sui problemi di memoria sono le stesse dei pazienti adulti con AD (H) D. È necessario un colloquio psicologico per un chiarimento al cento per cento. Il mio cervello si agita subito e poi si blocca con una domanda: "Come ho potuto diventare giornalista?" Hanna Siemoneit la vede in questo modo: "Puoi anche disegnare qualcosa da AD (H) S. Il tuo lavoro ha a che fare con la creatività e la velocità nella tua testa, che in realtà funziona molto bene. E i test suggeriscono che hai messo a punto ottime strategie di coping".

ROLAND RÖDERMUND non ha perso nulla nelle ultime settimane. Ma come quasi tutti loro, era a malapena in viaggio.

Yoga - il miglior rimedio per lo stress!TensioneFatica

di Monika Herbst 20 dicembre 2019, 16:13 Per le persone costantemente sotto tensione, lo yoga è l'ideale. Ma i drogati di adrenalina di solito possono avere difficoltà a sopportare la pace e la tr...

Leggi di più

Coperta pesi: la bacchetta magica contro ansia, disturbi del sonno e stress?FaticaDisordine Del SonnoArma Miracolosa

27 agosto 2021, 8:45 Le coperte appesantite possono davvero calmarti, dissipare l'ansia e aiutarti ad addormentarti? Lo abbiamo testato insieme ai nostri figli. Un resoconto di esperienza. di Mari...

Leggi di più
L'esperto di tempo rivela i due giorni migliori per lo shopping

L'esperto di tempo rivela i due giorni migliori per lo shoppingFaticaCibo

07.02.2017, 11:30 Lo sai per certo: vai al supermercato, vuoi solo prendere un po' di cose in fretta, e ti chiedi subito: "Davvero devono andare tutti a fare la spesa oggi?" È un fenomeno ben noto...

Leggi di più