4 qualità che ti fanno riconoscere le persone accomodanti

Merle Blankenfeld
da Merle Blankenfeld

Cerchiamo tutti di evitare di circondarci di persone tossiche e difficili. Ma come riconosciamo le persone davvero semplici?

Chi ha bisogno di drammi inutili nella vita? Le persone che ci derubano dell'energia invece di darcela - no grazie. Ma a volte queste personalità tossiche sono molto brave a mimetizzarsi. Ecco perché abbiamo messo insieme le caratteristiche più importanti grazie alle quali puoi riconoscere che una persona è rilassata e accomodante.

4 caratteristiche delle persone accomodanti

1. Non prendono tutto sul personale

"Oh merda, ho dimenticato di rispondere al messaggio di nuovo oggi", pensi in preda al panico mentre giaci a letto la notte. Sì, coltivare le relazioni è importante e ciò include rimanere in contatto con le persone nelle nostre vite. Ma ognuno di noi ha delle fasi in cui questo scende perché altre cose sono più urgenti. E le persone rilassate lo capiscono. Non lo prendono sul personale se a volte (!) ci metti un po' più di tempo per una risposta. Chiunque sia immediatamente offeso da ogni piccola cosa e la prenda come un affronto personale, rende inutilmente difficile per coloro che li circondano.

2. Sei fiducioso

Può essere molto estenuante quando qualcuno è costantemente insicuro e dubita di se stesso. Ci vuole molta energia per rassicurare costantemente un'altra persona e per assicurarle che l'outfit stia benissimo o che il cibo sia davvero buono.

La fiducia è una qualità che rende una persona molto più a suo agio con cui comunicare e con cui trascorrere del tempo. Le persone schiette conoscono il proprio valore, sono in sintonia con se stesse e non hanno bisogno di una costante convalida esterna.

3. Comunicano in modo chiaro e distinto

Non c'è niente di più estenuante nell'area interpersonale che non sapere dove ti trovi. Quando le persone non riescono ad esprimere ciò che è importante per loro e ciò che vogliono, le relazioni diventano difficili di qualsiasi sfumatura - indipendentemente dal fatto che sia una partnership, un'amicizia o professionale Relazione. Le persone schiette dicono solo quello che hanno da dire. Non ne fanno un grosso problema, non si agitano, comunicano solo in modo tale che coloro che li circondano sappiano di cosa hanno bisogno.

4. Non sempre mettono i loro bisogni prima degli altri

Naturalmente anche la comunicazione dei propri bisogni può essere portata all'estremo. Se qualcuno deve imporre la propria volontà su ogni decisione, non importa quanto poco importante, alla fine non è piacevole per nessuno. Le persone semplici sanno quello che vogliono, ma allo stesso tempo rimangono flessibili e in grado di adattarsi alle altre persone.

Se il ristorante che il tuo amico ha suggerito per il prossimo incontro potrebbe non essere il tuo preferito, non devi aprire un barile a riguardo. La prossima volta è di nuovo nel tuo posto preferito. Soprattutto nei gruppi si riconoscono persone così rilassate che non valutano freneticamente i loro bisogni superiori a quelli degli altri in ogni situazione.

Brigida

Comunicazione: Sempre disponibile: "Purtroppo il mio smartphone è molto più intelligente di me"

Comunicazione: Sempre disponibile: "Purtroppo il mio smartphone è molto più intelligente di me"KarstadtWhats AppFacebookSmartphoneInghilterraComunicazione

Vita - una singola suoneria. Il mondo deve essere sempre salvato da qualche parte. Qualcuno è arrabbiato se non sei sempre disponibile? La dipendente di BRIGITTE WOMAN Evelyn Holst desidera una lu...

Leggi di più
Metodo LEAF: ecco come risolvi ogni conflitto!

Metodo LEAF: ecco come risolvi ogni conflitto!DiscussioneComunicazioneConflittoVita Relazionale

a partire dal Stephanie Ernst06/11/2021, 12:27 La vita è troppo breve per discutere a lungo! Il metodo LEAF ti aiuta a risolvere e spuntare rapidamente i conflitti. Questo è dietro. Metodo LEAF: ...

Leggi di più

Dovremmo chiedere al nostro partner queste 3 domande più spessoComunicazioneAmoreDiscorso Di Relazione

25 luglio 2020, 13:19 Quando si parla di amore e linguaggio, vengono subito in mente i classici pieni di pathos. "Ti amo" per esempio. Sì, perché no? Ma soprattutto, sono le domande che mantengono ...

Leggi di più