Nicole Jäger: È così che ha perso l'incredibile cifra di 170 chili

click fraud protection
Giulia Gerbet
da Giulia Gerbet
4 min

All'età di 26 anni, Nicole Jäger pesava circa 340 chilogrammi. Oggi il nutrizionista ne pesa quasi la metà. In un'intervista, la 33enne (libro attuale: "Die Fettsolverin") ci racconta del suo successo nella perdita di peso.

Sette anni fa pesavi 340 chilogrammi. Come è successo?

Sorprendentemente attraverso il cibo. Devi mangiare una discreta quantità di calorie per diventare gravemente sovrappeso. Tuttavia, l'ipotesi che le persone in sovrappeso siano in sovrappeso solo perché sono pigre e non fanno nient'altro è semplicemente superata. L'obesità non è una malattia ma un sintomo. E questo sintomo rappresenta qualcosa - e non che si è troppo stupidi - ma che si usa il cibo come arma o compensatore.

Ed è così che l'ho fatto: ho mangiato come un drogato. E quando non mangiavo, ero a dieta. Cinque chili in meno, otto in più, 30 in meno, 50 in più: ecco come è andata. Più dura è la dieta, peggio è finita per tornare. È così che mi sono cullato fino al peso, sentendomi sempre come se fossi a dieta senza perdere peso. E con 340 chili niente è più bello.

Che reazioni hai avuto da chi ti è stato vicino?

Nicole Jaeger
La nutrizionista Nicole Jäger ha elaborato le sue esperienze nel libro "The Fat Solver". Ora sta portando sul palco il bestseller come programma "Posso farlo, sono grassa anch'io". Tutte le informazioni possono essere trovate sul loro pagina iniziale.

© PR

Non c'era un ambiente reale. Non sono più uscito. Il mio universo era la mia camera da letto, il soggiorno e una gita di un giorno in bagno. Quando pesi 800 libbre, camminare è una grande sfida per il tuo corpo. Sono ancora sorpreso fino ad oggi che non sia crollato. Soffrivo, avevo un aspetto terribile, mi sono seduto sul letto sentendomi una merda e ho mangiato. Questo è in realtà il riassunto.
A quel tempo non era rimasta quasi nessuna società, e se c'era, allora le esperienze erano molto grossolane. Essere in sovrappeso incoraggia naturalmente le persone a guardare. Alle persone grasse viene generalmente negato il diritto di essere ciò che sono. Ma se voglio morire di fame o mangiarmi a morte, allora da donna adulta ho tutto il diritto di farlo.

Cosa hanno detto amici e parenti?

Ho una cerchia di amici molto piccola, leale e fantastica. Erano già lì allora e hanno offerto aiuto ovunque potessero. Ma devi anche farti aiutare. E io non glielo permettevo e dicevo sempre: 'Ci penso io, inizia domani'. Inoltre, sempre consapevole di essere a dieta - da quando avevo cinque anni! Sono venuto per la prima volta alle terme quando avevo cinque anni e da allora sono a dieta. Quindi sono diventato sempre più grasso con la sensazione di fare qualcosa.

Qual è stato il fattore scatenante per te per perdere peso?

Ad un certo punto mi sono svegliato la mattina e ho pensato: 'Sto morendo. Ora è finita.' Mi sono seduto sul letto, il mio cuore batteva all'impazzata, non riuscivo a respirare e pensavo di avere un infarto. "Ho circa 20 anni e ho fatto un casino, ora mi sono mangiato a morte." Non è stato un infarto era un problema alla tiroide che faceva accelerare il cuore e che a sua volta ne provocava uno attacco di panico. Quello era il punto in cui pensavo che qualcosa dovesse cambiare radicalmente.

All'epoca pensai: "Se non posso cambiare il mio ambiente, devo cambiare". E poi l'ho fatto. Stavo pensando di sottopormi a un intervento gastrointestinale. Prima dei primi esami, un colloquio con un chirurgo mi ha aperto gli occhi. Ha detto che meno del 2% delle persone con un BMI superiore a 45 - il mio era 111 - riesce a perdere peso. Se il due percento può farlo, allora posso essere uno di quel due percento senza farmi tagliare lo stomaco e l'intestino. Da quel momento in poi ho affrontato i temi dell'alimentazione, del corpo e della psiche.

Quando sei riuscito a perdere peso?

100.000 anni di sviluppo umano, siamo umani 2.0. Siamo la versione migliore di noi stessi, meglio di così non si può. Se vuoi cambiare in qualche modo, rilassati. Ho iniziato a mangiare invece di mangiare. Ho solo cambiato qualcosa nell'ambientazione. Ho smesso di pensare: "Ho un problema e la soluzione è essere magro". quello vero La soluzione è guardare cosa non va bene nella mia vita e perché lo faccio con il cibo compensare. E poi non dovresti saltare il cibo, perché questo è solo curare i sintomi, ma riempire il vuoto che hai riempito con il cibo.

Come l'hai sopportato?

Puoi mangiare e puoi assumerti la responsabilità della tua vita. E l'ho fatto. Penso che la vita sia piuttosto bella e voglio averne qualcosa per molto tempo - e non ce l'ho a 340 chili! Voglio la qualità della vita e tu l'hai quando decidi di perdere peso. Ho un obiettivo - e questo non è il numero sulla bilancia, non i 99,9 chili obbligatori - ma sentirmi bene in modo olistico e senza dolore.

Lavori come nutrizionista. Che aspetto ha per te il coaching?

Per me inizia sempre con una conversazione di due ore in cui chiedo: da dove vieni? che tipo sei Qual è il tuo stile di vita? Com'è la tua giornata? La soluzione al problema deve adattarsi allo stile di vita e non viceversa. La vita non deve essere problematizzata solo perché hai un sedere grosso. Quindi analizziamo l'anatomia e la psicologia dietro il proprio comportamento. Ci chiediamo: cosa fa il cervello? Lo zucchero è davvero così pericoloso? Dovremmo tutti smettere di mangiare carboidrati? Tutte sciocchezze.

Dobbiamo imparare di nuovo come ci si sente ad essere pieni. Dobbiamo riscoprire la differenza tra fame e appetito. Dovremmo chiederci: chi ha veramente fame, il mio corpo o la mia testa? Il corpo invia chiari segnali di ciò che vuole.

© privato/Julia Löwe

Presto porterai in scena il tuo libro: cosa può aspettarsi il pubblico?

Il programma teatrale si chiama "Posso farlo, sono grasso anch'io" ed è tematicamente basato sul libro. Il pubblico può aspettarsi cabaret, reading e poesia slam, un misto di lingua nella guancia e dito nella ferita. Siamo sinceri l'uno con l'altro su cosa vuol dire essere una persona grassa. E com'è essere una persona grassa in Germania e nella nostra società. Chiedo anche perché le persone in sovrappeso se la prendono sempre con le persone magre. Una vista panoramica, spietata, divertente, onesta, divertente e talvolta triste.

Brigida

Metodo 2+2+4: come perdere il grasso della pancia!

Metodo 2+2+4: come perdere il grasso della pancia!Grasso Della PanciaDiminuire

da Stefania Pingle 11.01.2023, 16:17 2 min Con l'aiuto del metodo 2+2+4, dovremmo essere in grado di perdere il pericoloso grasso della pancia in modo semplice. Spieghiamo come funziona qui. uno ...

Leggi di più
Perdere peso non funziona: 7 possibili cause

Perdere peso non funziona: 7 possibili causeProgramma Di DietaDiminuireDietaPalestraIpotiroidismo

da Stefania Pingle 05.04.2023, 11:00 2 min Fai fatica in palestra, mangi solo insalata la sera e fai a meno di ogni dolce peccato - eppure non dimagrisci? Queste ragioni possono esserci dietro! È...

Leggi di più
Dimagrire dopo Natale: i chili crollano con 7 consigli!

Dimagrire dopo Natale: i chili crollano con 7 consigli!NataleDiminuireCena Di Natale

Perdere peso dopo NataleCon questi 7 consigli i chili cadranno dopo le feste© katiko.tp / Shutterstock da Timo Koether 02.03.2022, 14:11 3 min Natale è finito e i tuoi pantaloni difficilmente si po...

Leggi di più